Furio Sampoli – Le grandi donne di Roma antica. Le diciannove donne che hanno avuto un ruolo al centro del potere nell’antica Città Eterna (2011)

Epub
Storie di donne di Roma antica in diciannove ritratti, da Rea Silvia a Galla Placidia.. Una storia di passioni e letti, non di rado determinante nella lotta per il potere, al pari di battaglie e congiure o colpi di stato. Senza dimenticare l’intelligenza dell’inganno raffinatamente femminile. Il tappeto srotolato ai piedi di Cesare con dentro Cleopatra: il frutto succoso d’Egitto vale le battaglie al Faro di Alessandria e al Pelusio. Due figure dell’universo femminile di Roma antica hanno colpito soprattutto la memoria popolare: Cornelia, madre dei Gracchi, e Messalina, giovane moglie dell’imperatore Claudio, i due estremi. Esempio luminoso per le donne della sua epoca l’una; prototipo di lussuria, sregolatezza e specchio deformante di una società che toccava il limite della depravazione, l’altra. Fra le due corrono duecento anni. E il periodo prodigioso e irripetibile di Roma: dalla polis (città stato) dei sette colli alla esplosione come caput mundi. Dalla Repubblica all’Impero fino all’avvento del Cristianesimo, con la moralizzazione della vita pubblica e dei costumi. Tramontava l’epoca del mondo pagano: piuttosto che la morigeratezza, dilagò l’ipocrisia. Né migliore sorte ebbero le donne. Elena, madre di Costantino, era una stabularla, ragazza di taverna. E Fausta, la moglie di Costantino, fu soffocata nei bagni di palazzo dopo la scoperta che “si concedeva a ogni persona”.
Loading...